AvenHexicon, il patto italosvedese per l’eoico galleggiante in Italia

La svedese Hexicon scommette sul mercato italiano dei parchi eolici galleggianti con innovative turbine a doppia inclinazione. La società, con sede a Stoccolma, ha recentemente siglato una joint venture 50-50 con la bolognese Avapa Energy per sviluppare aerogeneratori flottanti a largo delle coste italiane.

 

 

Ha un cuore nordico la tecnologia del vento che produrrà energia elettrica in mare da piattaforme offshore di ultima generazione.

La svedese Hexicon e l’italiana Avapa Energy hanno formato una joint venture per la produzione di energia pulita basata su una nuova tecnologia svedese, sviluppata per parchi eolici flottanti con torri inclinate, che consente la generazione di grandi quantità di energia rinnovabile.

La nuova società, chiamata AvenHexicon Srl, sta già iniziando a cercare i siti idonei in aree di acque profonde, dove la tecnologia di Hexicon dovrebbe garantire migliori risultati in termini di efficienza. L’installazione di parchi eolici galleggianti è un’ottima strategia per aree come le acque al largo dell’Italia, particolarmente profonde in alcuni punti. Le alternative fisse offshore non sono realmente pratiche a causa della necessità di un maggiore ancoraggio sottomarino.

Per questo progetto l’Italia è stata scelta non solo per la sua spiccata propensione all’offshore eolico, grazie ai suoi 8 mila km di costa, ma anche perché tra i principali destinatari dei fondi stanziati per il Green Deal europeo, avendo impegnato il 37% della spesa totale del Piano di ripresa e resilienza per misure a sostegno degli obiettivi climatici.

 

 

Il mercato dell’eolico galleggiante è tutto in fase di crescita se si considera che ad oggi l’Italia non ha ancora parchi offshore operativi. «L’Italia ha 55 progetti di parchi eolici offshore di cui nessuno è attualmente operativo, nessuno in cui la costruzione è progredita abbastanza da collegare le turbine e generare elettricità», si legge su 4COffshore.

L’associazione nazionale per l’energia eolica Anev è però ottimista fissando l’obiettivo di cinque gigawatt di vento offshore per il Paese entro il 2040.

Con sede a Bologna, Avapa Energy ha molti anni di esperienza nello sviluppo di parchi solari ed eolici a terra e dispone del know-how e delle conoscenze locali che Hexicon sta cercando.

«Una parte importante del nostro modello di business è entrare in nuovi mercati promettenti il ​​prima possibile e di mettere a disposizione le nostre capacità di sviluppo del progetto insieme ai partner locali – ha dichiarato Marcus Thor, Ceo di Hexicon. – Abbiamo trovato un socio perfetto in Avapa Energy e con AvenHexicon non vediamo l’ora di supportare l’Italia nella produzione di elettricità senza utilizzo di fonti fossili».

Soddisfatto anche Alberto Dalla Rosa, Partner di Avapa Energy, il quale ha spiegato che «l’energia eolica galleggiante con la sua tecnologia avanzata a basso impatto svolgerà un ruolo materiale nel processo di transizione energetica italiana e siamo felici di collaborare con Hexicon per sviluppare parchi eolici galleggianti nelle acque italiane».





 

 

  

 

 

 

Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Napoli n. 7108/2021

Mail: info@thebioneer.it

Fax: 081-7445122

 




About

The Bioneer è un progetto editoriale multicanale che favorisce la diffusione delle conoscenze volte a tutelare l'ambiente e promuovere il cambio di paradigma culturale ed energetico.

The Bioneer nasce in seno ad Anbea, Albo nazionale dei Bioneers dell'energia e dell'ambiente.




Direttore responsabile:

Luca Papperini
luca.papperini@anbea.org

Concessionaria pubblicità: Leonardo SRL
commerciale.leonardo@anbea.org


Caporedattrice:
Tatiana Arini

Progettazione web:
Luciano Fantini

Grafica:
Vittorio Bongiorno